La tecnologia  BIM (Building Information Modeling) consente all'architetto di progettare l'opera in maniera organica, potendo gestire in un'unica interfaccia software, tutti gli aspetti rilevanti del progetto.

La parametrizzazione del modello digitale genera una rete di relazioni tra gli elementi costituenti l'opera; in tal modo ogni variazione apportata al progetto, viene recepita da tutti gli elementi ad esso relazionati. Si ottiene un risparmio sensibile nei tempi di progettazione unitamente all'eliminazione dell'errore derivante da incongruenze progettuali.

Con decreto ministeriale, si sancisce l'obbligo di progettazione digitale BIM a partire dal 2019 per appalti d'importo rilevante, e sarà esteso a tutto il sistema degli appalti pubblici entro il 2025.

L'aggiornamento dei progettisti alla tecnologia BIM, è da ritenersi opportuno anche per opere ad iniziativa privata, a beneficio indiscusso della qualità progettuale delle opere.

Iscritto all'Albo dell'Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, Conservatori della provincia di Perugia al n°1645

P. Iva. 03696560543